venerdì, Settembre 30, 2022
spot_img

Il 2022 sarà un anno pazzesco per le missioni spaziali

Ecco tutti i programmi in rampa di lancio

Il 2022 sarà un anno pazzesco per missioni spaziali e progetti legati all’esplorazione del cosmo. Questi anni sicuramente non sono stati facili per nessuno e anche la NASA, l’ESA e tante altre organizzazioni ne hanno risentito. Le missioni schedulate per il 2020 o il 2021 sono saltate e hanno subito ritardi, ma ora ce le troviamo tutte insieme adesso.

Mars Dune Alpha

Su Marte sicuramente non fa così caldo, ma il deserto del Texas è stato scelto come habitat per simulare una missione marziana. Una stazione di 158 metri quadrati stampata in 3D ospiterà un equipaggio di quattro astronauti che testeranno la vita su Marte, superando varie sfide, inconvenienti tecnici, problemi ambientali e registrando tutto quello che accade. I dati verranno comunicati alla NASA che li studierà per le missioni sul Pianeta Rosso, quello vero.

ExoMars

La missione ExoMars doveva partire nel 2020 ma, come dicevamo prima, i ritardi legati al Covid l’hanno spostata alla fine di settembre 2022. L’Agenzia Spaziale Europea e l’Agenzia Spaziale Russa porteranno il rover Rosalind Franklin ad atterrare sulla superficie di Marte nel giugno del 2023, dopo un viaggio di nove mesi. Il rover sonderà la superficie raccogliendo campioni del sottosuolo con un trapano e depositandoli nell’apposito scomparto per le analisi. Quindi, la sua suite di strumenti “Pasteur” analizzerà il suolo per cercare le biofirme.

JUICE

Jupiter Icy Moons Explorer (JUICE) è una missione spaziale dell’ESA che partirà nel 2022 per arrivare nel sistema di Giove nel 2029. Il suo obiettivo è studiare tre delle lune del pianeta: Ganimede, Callisto ed Europa. Questi satelliti sono particolarmente attraenti per gli astronomi perché si pensa siano pieni d’acqua e quindi potenzialmente bacini per la vita. JUICE entrerà nell’orbita di Ganimede nel 2032 e nell’anno successivo sarà la prima sonda ad orbitare intorno ad una luna diversa dalla nostra.

Euclid

Euclis è un telescopio spaziale a infrarossi che servirà a studiare la materia oscura e l’energia oscura, misurando con precisione la forma delle galassie e le distanze tra noi e quegli enormi agglomerati di stelle. Potrebbe già essere lanciato nello spazio per la seconda metà del 2022, partendo da una base nella Guyana francese e posizionandosi a 1,5 milioni di chilometri dalla Terra.

fonte: www.msn.com/it-it/notizie/tecnologiaescienza/il-2022-sarà-un-anno-pazzesco-per-le-missioni-spaziali-ecco-tutti-i-programmi-in-rampa-di-lancio/ar-AASgS35?ocid=msedgntp

Related Articles

Stay Connected

21,914FansLike
3,505FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Ultimi Articoli